Materiali e rifiniture.

Si riportano di seguito alcune modalità costruttive e rifiniture utilizzate nelle nostre costruzioni.

  • Il piano di calpestio di terra viene realizzato con un vespaio aerato costituito da travetti in c.a.p. appoggiati semplicemente alle travi di fondazione (dalle quali risultano isolati), pignatte da cm. 16 per alleggerimento e una soletta in cemento di cm. 5 armata con una rete metallica elettro-saldata  Φ 5  10 x 10 gettata in opera in modo tale da costituire un solaio, che viene poi isolato termicamente con materiale biocompatibile, in base ai risultati del calcolo delle dispersioni termiche, e che risulta isolato dal terreno.

Immagine 022

  • L’aerazione del piano avviene tramite dei fori di opportuno diametro (Φ 125) che attraversano tutte le gabbie delle travi di fondazione (che sono travi rovesce a T), e sono comunicanti con l’esterno e protetti da una griglia.

Immagine 021

  • Lungo tutto il perimetro del fabbricato viene realizzato un drenaggio delle acque consistente nella posa in opera di un tubo di drenaggio (forato) di diametro Φ 125 completamente avvolto in uno strato di tessuto non tessuto ed immerso sin dalla base in un letto di ghiaietto di altezza minima 30 cm. e larghezza 80 cm e collegato poi naturalmente alla fogna del complesso edilizio.

SIM 062

  • Il perimetro esterno viene realizzato con una parete a doppia fodera (il cui spessore dipende dai risultati del calcolo delle dispersioni termiche) costituita da uno strato (esterno) di termoblocchi suggellato nella faccia interna con uno strato di intonaco al grezzo di spessore 1 cm., pannello rigido avente funzione di isolante termoacustico fissato alle parete (con fissaggio meccanico o chimico), in lana di vetro con barriera al vapore (il cui spessore dipende dai risultati del calcolo delle dispersioni termiche), intercapedine d’aria ed uno strato finale di forati 8x25x25.

Immagine 120

  • Per evitare la formazione di ponti termici i pilastri così come le travi a contatto con l’esterno sono rivestiti da materiale isolante (il cui spessore dipende dai risultati del calcolo delle dispersioni termiche) e ricoperti poi da tavelloni di laterizio da cm. 3 di spessore.

Immagine 195

  • Alla base della tompagnatura, ad ogni piano del fabbricato, viene poggiata una striscia di guaina, impermeabilizzante e fono-assorbente, da 4 mm. di spessore e della larghezza di circa 40 cm., che corre lungo tutto il perimetro del fabbricato ed in corrispondenza dei pilastri esterni presenta un risvolto su di essi di almeno 10 cm, ciò sia per prevenire un eventuale umidità di risalita sia per realizzare un isolamento acustico.

Immagine 36

  • Per migliorare il comfort dell’ultimo piano di solito, si realizza un tetto su muricci (o in legno) che viene opportunamente ventilato con fori di aerazione su tutti i lati e naturalmente isolato termicamente con materiale il cui spessore dipende dai risultati del calcolo delle dispersioni termiche.

Immagine 140

  • Nel caso di solaio di copertura a falde inclinate si procede con uno strato di barriera a vapore, pannelli rigidi in lana di roccia impermeabilizzati su un lato (il cui spessore dipende dai risultati del calcolo delle dispersioni termiche), guaina granigliata (ardesiata) del tipo rinforzata da 4 mm., doppia orditura di listelli di legno sormontati da tegole portoghesi rosse in modo da avere una ventilazione naturale del tetto.

Immagine 207

Immagine 214

  • Alle aperture esterne vengono montate persiane blindate in ferro zincato preverniciato a fuoco con serratura tipo “Mottura” a doppia mappa, quattro mandate più scrocco, chiusura non solo laterale ma anche superiore ed inferiore con asta del 12, dotate di antistrappi in acciaio tornito con asola per l’inserimento nel telaio, ovaline in acciaio con sistema di antisfilamento a tondino, cerniere in acciaio con cuscinetto reggispinta con spina in bronzo e precamera autolubrificabile e tappo in pvc per chiusura precamera, cornici esterne in lamiera di acciaio pressopiegato dello stesso colore delle persiane.

infisso

                                                                                                                                                                        Esempio di doppio infisso in ferro con persiana esterna  e grata interna

  • Internamente l’infisso è di solito in legno di pino lamenllare (fissaggio con viti e schiuma poliuretanica) con ante mobili della sezione di mm 68 x 80, tripla guarnizione sul perimetro dell’anta e del telaio, complete di coprifili, cerniera anuba da 14, chiusura a nottolino, profilato inferiore in alluminio anodizzato con guarnizione , vetro termo-acustico 4-18-6/7 , con trattamento a bassa emissività e stratificato, (bloccati con silicone color legno sulla parte esterna), lucidatura con impregnante ad immersione ad acqua e martellina in ottone.

IMGP0263

IMGP0259

  • Desolidarizzazione delle pareti sia esterne che interne mediante idonee strisce di materiale insonorizzante.

Immagine 118

  • Desolidarizzazione del massetto armato galleggiante dai muri in rilievo mediante una fascia autoadesiva di polietilene espanso.

Immagine 229

  • Realizzazione di un sottofondo di riempimento dove annegare le tubazioni dei vari impianti precedentemente posati su solaio. Il riempimento viene fatto con cls alleggerito ed è isolato dalle pareti per mezzo di strisce di polietilene espanso di 2- 3 mm di spessore e di 1- 2 cm più alta del sottofondo.

Immagine 025

  • Posa dello strato isolante termo-acustico del solaio interpiano (tappetino anti calpestio).

Immagine 108

  • Scala interna rivestita di granito “rosa beta”, sormontata da una ringhiera in legno massello.

scala

Ringhiera in acciaio satinato

Ringhiera in acciaio satinato

  • Le porte interne possono essere del tipo classiche ad esempio in legno di noce di Tanganica (chiare) oppure stile moderno, del tipo tamburato con struttura cellulare interna a nido d’ape con guarnizione di battuta, cerniere anuba, coprifili tondi e maniglia in ottone o acciaio.

porta

 

                                                                                                                                                                           Vista soggiorno con doppia porta a scomparsa in vetro e pavimento 60×60

Vista soggiorno con doppia porta a scomparsa in legno con inserti in vetro ed alluminio e pavimento 80×80

 

 

  • Il portoncino d’ingresso è blindato, classe 4, con rivestimento in legno, liscio internamente, pantografato esternamente e nucleo della Mottura intercambiabile a cilindro europeo.

portoncino

 

Pannello doccia idromassaggio

Pannello doccia in acciaio tipo idromassaggio

 

Radiatore in alluminio modello tubolare alto

Radiatore in alluminio modello tubolare alto

 

vasca idromassaggio della Teuco

vaso a filo muro di forma rettangolare con cassetta di scarico

videocitofono Urmet a colori